Primi fondi dal Centro per l`innovazione. Tra i progetti al via, i sensori per i ponti

Secolo XIX, 12/5/20 (di Francesca Forleo)

Sensori per rilevare l`usura delle infrastrutture che potrebbero essere utilizzati per viadotti come il nuovo ponte di Genova sul Polcevera. Sistemi per analizzare l`impatto dei flussi di passeggeri dal porto di Genova sul trasporto pubblico locale e rimodularlo di conseguenza. Intelligenze artificiali capaci di gestire un terminal portuale in caso di attacchi cibernetici. Droni per monitorare l`ambiente in relazione alla presenza di infrastrutture ferroviarie. Sono alcuni dei progetti appena finanziati con 1,6 milioni di euro dal Competence center di Genova Start 4.0: il centro per l’innovazione tecnologica delle piccole e medie imprese nato dalla collaborazione tra Cnr, Iit e Università di Genova per rispondere al bando Industria 4.0 lanciato dal ministero dello Sviluppo economico nel 2018. Start 4.0 ha nel suo tesoretto altri 2,3 milioni di euro che saranno erogati in due ulteriori bandi: il prossimo sarà erogato entro la fine dell`anno per consolidare le tecnologie già scelte in questa prima tornata di finanziamenti.

MENO CARTA NEI PORTI

In tutto sono 26 le aziende liguri finanziate per 9 progetti legati all`intelligenza artificiale e ai big data selezionati dal comitato scientifico di Start 4.0 Genova. A metterli a punto, 26 realtà genovesi (e se dipartimenti dell`Università di Genova) tra cui Abb, Amt ma, anche, Liguria Digitale. Proprio il braccio informatico della Regione con le aziende Dltm, Tarros e Sia, ha ottenuto un finanziamento di quasi 77 mila euro, pari a quanto richiesto, per il progetto Smart Bol: la creazione di protocolli crittografici con cui sostituire i documenti cartacei delle merci in porto in maniera ovviamente sicura e non alterabile. «Con i risultati e la scelta dei progetti di questo primo bando, il centro si è posto non solo come guida e aggregatore di competenze a servizio delle imprese ma ha creato valore, con un finanziamento importante in un momento di necessità per il tessuto imprenditoriale – dice la presidentessa di Start 4.0 Genova, Paola Girdinio -. La trasformazione digitale è resa ancor più strategica e determinante dalla pandemia che stiamo vivendo e continueremo a lavorare, anche in questa difficile fase per il nostro centro diventi un punto di riferimento sempre più solido». La commissione di esperti che ha scelto tra le proposte pervenute è formata da commissari esterni provenienti dal mondo accademico e industriale. Al suo interno, il Competence center riunisce 38 tra le più importanti realtà pubbliche e private, nell`ambito del piano per lo sviluppo di Industria 4.0: con questo bando, il centro genovese diventa il terzo degli otto consorzi nazionali ad aver erogato risorse per la trasformazione digitale delle imprese.

CASTORE, TRA MITO E TECNOLOGIE

Mito e tecnologie si incontrano nel progetto Castore a cui partecipa anche l`Amt e che ha l`obiettivo di migliorare l`integrazione tra porto e città. Nella mitologia classica Castore è uno dei gemelli Dioscuri insieme al fratello gemello Polluce: erano considerati gli dei protettori delle persone in pericolo. Allo stesso modo, il progetto si propone di creare un sistema di gemelli digitali che integri trasporti e sicurezza tra il porto e la città. Insieme ad Abb e al gruppo Sigla, l`azienda dei trasporti genovese ha ottenuto un finanziamento di quasi 200 mila euro. Castore sfrutta processi di monitoraggio, analisi, elaborazione dei dati e visualizzazione avanzata che potranno essere utili per migliorare il sistema di trasporto per i passeggeri che arrivano in porto e viceversa.

TEBETS, CONTRO I CYBER ATTACCHI

Intelligenza artificiale e big data sono alla base anche del progetto Tebets, finanziato con 200 mila euro ed elaborato da Mesa, Circle e Terminal San Giorgio. Il progetto vuole
arrivare a sviluppare il prototipo di una control room (ovvero stanza di controllo) che, tramite il sistema digital twin (gemello virtuale della realtà) possa sostituire l`uomo con l`intelligenza artificiale e prendere decisioni in caso di cyber attacchi o altre calamità. «Nel contesto portuale – si legge nell`abstract del progetto scelto dal comitato scientifico per la sua originalità – questo tipo di tecnologia non è ancora ampiamente sfruttata». «La qualità tecnico scientifica del progetto è elevata – scrive il comitato selezionatore – perché utilizza tutte le più moderne tecnologie dell`informazione come, appunto, l`intelligenza artificiale, il machine learning (ovvero il sistema per cui le macchine imparano dall`esperienza) e i big data (ovvero le grandi banche dati che servono a sviluppare tra le altre cose i modelli di previsione, ndr)».

I SENSORI DI CYMON

Infine si chiama Cymon il progetto sviluppato da Fos e Cetena che ha ottenuto un finanziamento di 132 mila euro a fronte di una richiesta di 195 mila. Si tratta di un modello digitale che replica in tempo reale le condizioni strutturali e ambientali di un`infrastruttura stradale grazie a una rete di sensori e alla realtà aumentata consentendo una manutenzione ottimale. È questo il progetto nato con l`idea di conquistare il nuovo ponte di Genova.- Disponibile un tesoretto di ulteriori 2,3 milioni di euro: sufficienti per altri due bandi

SCHEDA

Il Competence center di Genova prende corpo nel 2018, insieme ad altri 7 centri analoghi in tutta Italia, per rispondere al bando lanciato dal Ministero dello Sviluppo economico per supportare la modernizzazione delle piccole e medie imprese nell`ottica dell`industria 4.0. Ne fanno parte il Consiglio Nazionale delle Ricerche, l`Istituto Italiano di Tecnologia e istituzioni pubbliche come l`Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Orientale e quella del Mar Ligure Occidentale. É presieduto dalla professoressa Paola Girdinio e, poco dopo la sua nascita, Ha avuto anche il sostegno di Ban- ca Carige con una fideiussione di mezzo milione di euro. Tre gli obiettivi principali del centro: orientamento, formazione e finanziamento dell`innovazione tecnologica delle imprese con un occhio di riguardo alle realtà del territorio.

We are using cookies to give you the best experience. You can find out more about which cookies we are using or switch them off in privacy settings.
AcceptPrivacy Settings

  • hhhhh

hhhhh

hhhhhh